Whisky, bere il tempo

Puoi immaginare che una bottiglia abbia il doppio del valore della tua casa?

Ebbene, questa non è solo immaginazione. È realtà.
E lo è quando in quella bottiglia c’è uno dei distillati più pregiati al mondo: il whisky.

628.205 $! Questa la cifra riconosciuta a un Macallan M Imperial, battuto all’asta nel gennaio del 2014 a Hong Kong presso la casa d’asta Sotheby’s, che ancora oggi detiene il primato ufficiale dei whisky più costosi al mondo.

Cosa dona al whisky il suo enorme valore?

Esistono diverse varietà di whisky in tutto il mondo. Tra i più noti abbiamo lo Scotch Whisky, l’Irish Whisky, il whisky Bourbon e il Rye Whisky. Ma le procedure di base per produrlo sono simili.
Il whisky è ottenuto dalla distillazione di cereali fermentati e viene fatto invecchiare in botti di rovere per almeno 3 anni.

Il raggiungimento della perfezione, però, è legato a un ingrediente speciale: il tempo d’invecchiamento che il distillatore concede al suo whisky. E, non meno importante, anche la qualità delle botti in cui il whisky viene lasciato a invecchiare determina il risultato finale e il pregio di ciascuno di essi. Tanto che, se invecchiati in botti diverse, i whisky di una stessa distilleria assumono differenti caratteristiche.

Per questo motivo, quando parliamo di whisky abbiamo a che fare non solo con una bevanda costosa, ma anche di lusso.

Qui non entra in gioco solo l’aspetto puramente quantitativo. Possedere una bottiglia di whisky pregiato significa avere una ricchezza per le mani. In ogni singola bottiglia è racchiuso un processo lento e delicato. Una storia di lavoro, dedizione, passione, pazienza, attesa. E molteplici sensazioni.

Whisky, bere il tempo - cucinalabri

È questo aspetto che spinge i collezionisti a sborsare cifre altissime per entrarne in possesso, oltre al fatto che il whisky rappresenta una valida opportunità di investimento.

Un fattore importante che incide sul valore di una bottiglia è la sua rarità. Bisogna infatti considerare che l’80% del whisky prodotto viene bevuto, ma soprattutto che con il tempo, nel corso dell’invecchiamento, il whisky perde dal 18 al 25% del suo volume ogni 10 anni.
Si stima che ogni anno in Scozia evaporino in questo modo 20 milioni di galloni, che equivalgono a 160 milioni di bottiglie. È quello che gli scozzesi chiamano the spirit of angels.

Whisky, bere il tempo - cucinalabri

 

La top 5 dei whisky più costosi al mondo

 

5. DALMORE 62 SINGLE HIGHLAND MALT SCOTCH MATHESON – $ 58.000

Al quinto posto troviamo una Dalmore. Si tratta di una miscela di quattro whisky ‘single malt’ che sono stati distillati in anni diversi.

Sono state prodotte solo 12 bottiglie nel 1942 e a ognuna di esse è stato dato un nome proprio. La più costosa si chiamava Matheson, dal nome di Alexandre Matheson, il proprietario della tenuta.

Questa bottiglia è stata comprata nel 2005 da un acquirente anonimo che in poco  tempo la aprì e, con cinque dei suoi più cari amici, la finì.

Valore raggiunto: $ 58.000

4. MACALLAN 1926 – $ 75.000

In quarta posizione abbiamo la bottiglia più antica di “The Macallan Fine & Rare Collection”. Questo ‘single malt’ scozzese è stato distillato nel 1926 e imbottigliato nel 1986.

Il suo gusto è secco e concentrato, mentre il colore riflette quello del vecchio barile.

Ne sono state prodotte 40 bottiglie. Quella di cui stiamo parlando è stata acquistata da un uomo d’affari coreano nel 2005.

Valore raggiunto: $ 75.000

3. GLENFIDDICH JANET SHEED ROBERTS RESERVE 1955 – $ 94.000

Sul gradino più basso del podio, in terza posizione, possiamo vedere il Glenfiddich Janet Sheed Roberts Reserve. È stato imbottigliato nel 1955 per commemorare il compleanno di Janet Sheed Roberts, nipote del fondatore di Glenfiddich, William Grant. Quando Mrs Janet morì, all’età di 110 anni, l’azienda decise di onorarla con 15 bottiglie di un barile di Scotch whisky che stava invecchiando dal Capodanno del 1955. Quattro sono state tenute dalla famiglia, il resto è stato venduto all’asta. Nel 2012, un intenditore di whisky di Atlanta ne comprò una per $ 94.000.

Il whisky è stato acclamato per il suo sapore floreale, fruttato e dolce.

Valore raggiunto: $ 94.000

2. MACALLAN 1946 – $ 460.000

In seconda posizione, un gioiello della distilleria scozzese Macallan, una tra le più rinomate al mondo.

Invecchiato di 64 anni, questo ‘single malt’ è stato venduto presso casa d’aste Sotheby’s a New York nel 2010.
La bottiglia è un decanter Lalique Cire Perdue intagliato a mano con rappresentazioni dei paesaggi naturali delle Highland scozzesi.
È un whisky prodotto con malto torbato ed è un classico Macallan, uno dei migliori mai rilasciati.

Valore raggiunto: $ 460.000

1. MACALLAN IMPERIAL “M” – $ 628.205

Et voilà! In vetta alla classifica ecco il whisky più costoso al mondo.

Si tratta ancora una volta di uno Scotch whisky ‘single malt’ Macallan. Contenuto in un decanter di cristallo Lalique di 6 litri, è stato venduto a un acquirente non identificato in un’asta di Sotheby’s a Hong Kong, il 23 gennaio 2014.

Questo whisky è stato lavorato secondo l’antica tradizione, con alambicchi di rame battuto a mano per preservare gli aromi nello stato migliore. È stato conservato a invecchiare in tre botti di rovere cherry spagnolo che sono state riempite nel 1942, 1945 1 946.

Si racconta che sono state create e distrutte 40 bottiglie prima della realizzazione di quella finale, chiamata ‘Costantine’ dal nome dell’imperatore romano. E che per ciascuna di esse hanno lavorato 17 artigiani, tra cui due “Meilleur Ouvrier de France”.

Il whisky ha un ricco colore naturale, derivato dal legno della botte, e un sapore che intreccia note di cannella, mela verde, frutta secca, agrumi e note legnose.

Il Guinnes World Record ha confermato ufficialmente che il Macallan M Imperiale – uno di appena quattro del suo genere – è il whisky più costoso venduto all’asta.

Valore raggiunto: $ 628.205

 

Share: