Pollo al Curry preparato con Yogurt Greco e Zenzero

Il pollo al curry è stato uno dei miei piatti preferiti sin da quando l’ho conosciuto.

Io lo preparo come piatto unico, accompagnato dal riso basmati e una verdura a seconda delle disponibilità stagionali… e del mio frigorifero!

Dico “unico” perché, preparato con il riso e la verdura, è un piatto che contiene tutti i macronutrienti che dovremmo assumere durante i nostri pasti: carboidrati, proteine e grassi.

 

UN RICORDO OFFUSCATO

Non ricordo né il momento né il luogo esatto del mio incontro con il pollo al curry.

È un piatto della cucina indiana ma io non sono ancora mai stata in India né, allora, avevo ancora mai messo piede in un ristorante indiano.

Ricordo che, sicuramente, avevo già passato la fase adolescenziale quando lo provai la prima volta e probabilmente fu qualche amico o amica a prepararlo per me, ma la memoria non mi aiuta.

Comunque mi piacque molto e decisi ben presto di farlo assaggiare alla mia famiglia, cercando di ricreare la ricetta. Ne scelsi una che prevedeva una quantità enorme di limone.

Non vi dico la faccia di mio papà che tentava invano di trattenere le smorfie, poverino!

E mia mamma, altra poveretta, che mi disse: “Forse ci hai messo troppo limone…”, fu subito zittita dalla mia risposta acida (forse per il troppo limone?): “È così la ricetta”! Quanto ero odiosa 

 

LA RICETTA DEL POLLO AL CURRY CON MARINATURA

Col passare del tempo ho imparato ad essere più oggettiva e meno acida (spero). Quella ricetta aveva davvero troppo limone!  

Di ricette per preparare il pollo al curry ne ho provate diverse, ma questa che ti propongo oggi è quella che uso più spesso perché è la più leggera ma anche quella dal sapore più equilibrato.
Il pollo viene marinato con lo yogurt greco – che io metterei ovunque – e il curry, che prima faccio tostare in padella per far venir fuori tutto il suo sapore.

Prova a immaginare quell’odore così intenso e inebriante del curry che si riscalda sprigionarsi per tutta la casa… se chiudi gli occhi, per un attimo ti sembrerà di essere in un mercato di strada del Medio Oriente, tra bancarelle di spezie e incantatori di serpenti.

Bene, dopo questo momento onirico, vediamo tutta la ricetta!

Pollo al Curry_ingredienti - cucinalabri

Pollo al Curry

Preparazione 10 minuti
Cottura 15 minuti
Marinatura min. 15 minuti
Tempo totale 25 minuti
Porzioni 2 persone

Ingredienti

  • 300 gr di Petto di Pollo allevato a terra e bio
  • 5 gr di Curry
  • 130 gr di Yogurt Greco
  • 5 gr di Zenzero fresco
  • 30 gr di Cipolla
  • 2 cucchiai di Olio d'oliva extra vergine
  • 2 pizzichi di Sale

Istruzioni

  1. Su un tagliere taglia il pollo a cubetti di circa 2 cm di altezza e 2 cm di larghezza.

  2. In un padellino antiaderente tosta il curry per 2 minuti circa, fino a quando non sentirai sprigionarsi l'odore.

  3. In una ciotola mescola lo yogurt greco con il curry tostato e il sale.

  4. Versa i cubetti di pollo nella ciotola con la cremina di yogurt e curry.

  5. Copri la ciotola con della pellicola e lascia il pollo a marinare in frigo. Il massimo sarebbe lasciarlo per tutta la notte o almeno per 2/3 ore, ma se non abbiamo tempo anche 15 minuti vanno bene.

  6. Quando il tempo di marinatura è terminato, togli il pollo dal frigo.
    Trita la cipolla e l'aglio e grattuggia lo zenzero.

  7. Metti cipolla, aglio e zenzero in una padella con l'olio e un goccio d'acqua e fai soffriggere per 30 secondi. Poi mettici il pollo con tutta la cremina di yogurt e curry.

  8. Cuoci per 15 minuti senza coperchio, fin quando il pollo non sarà cotto.
    Gli ultimi minuti aumenta la potenza del fuoco sotto la pentola per far asciugare l'acqua buttata fuori dal pollo e creare una cremina.

Note

Se ti piace il piccante, puoi aggiungere al soffritto di aglio, cipolla e zenzero un po' di peperoncino tritato.

Accompagna il pollo con del riso basmati aromatizzato con anice stellato e cardamomo. Fidati, sarà un'esplosione di sapori bilanciati in modo perfetto!
Per aromatizzare il riso ti basterà mettere un fiore di anice stellato e 2 o 3 bacche di cardamomo nell'acqua in cui stai cuocendo il riso.

 

UNA CURIOSITÀ SUL CURRY

Il curry non è una spezia, nel senso che non esiste una pianta da cui nasce, ma è un mix di diverse spezie. Il suo nome (curry o masala) significa infatti “zuppa” o “salsa” e, a seconda di chi lo produce, può contenere curcuma, cumino, cannella, pepe nero, coriandolo, peperoncino, zenzero, chiodi di garofano, fieno greco e noce moscata.

Sai cosa significa questo? Che anche se in casa non hai il curry già pronto, puoi preparartelo da te, facendo un mix delle spezie che hai in dispensa. Io lo faccio spesso e il risultato è ottimo!

Comunque l’ingrediente principale del curry è la curcumina e questo garantisce le sue proprietà antiossidanti.

 

QUALI ATTREZZI HO UTILIZZATO?

Non servono particolati attrezzature di cucina per preparare questo piatto. Io ho usato soltanto un tagliere di legno per tagliare il pollo, un coltello Sanelli da 34 cm e una padella alta o una casseruola antiaderente.

Per cuocere il riso basmati, poi, basta una normalissima pentola di quelle che si usano per cuocere la pasta (oppure puoi optare per la cottura al vapore).
Se non li hai e hai bisogno di acquistarli online, puoi farlo da qui:

🍴 Tagliere
🍴 Coltello
🍴 Padella alta antiaderente
🍴 Pentola per cuocere il riso basmati aromatizzato.

Non dimenticare di seguirmi sui social! Mi trovi su Facebook e Instagram come Cucinalabri 😉

A presto!

Share: